mercoledì 30 ottobre 2013

Nuovo stile geometrico per la mia parete

Era da tempo che studiavo la parete bianca del mio salotto e pensavo a come poterla decorare. Poi il  week end a Copenaghen mi ha ispirato e quando sono tornata a casa ho deciso di riempire la parete con una cascata di triangoli colorati.

Se volete sapere come realizzare questa semplice decorazione leggete qui il mio articolo completo:
http://www.premiaty.it/casa/stile-geometrico-per-le-pareti-di-casa/




sabato 26 ottobre 2013

Loren tour: l'appartamento di Copenaghen

Da poco tornata da un week end lungo a Copenaghen e ancora molto ispirata da tutto quello che ho visto. Questa città è la capitale del design e si vede! I negozi di arredamento sono un luogo delle meraviglie per chi ama il design, inutile dire che mi ci sono persa e avrei portato a casa di tutto.
Dai tappeti alle lampade, dalle ceramiche agli oggetti per bambini che mi hanno fatto letteralmente impazzire.



Come sempre quando viaggio preferisco affittare un appartamento piuttosto che andare in albergo, mi fa sentire più integrata nella città e mi da un assaggio di quello che è lo stile del posto in cui mi trovo. L'appartamento che ho scelto per Copenaghen è stato assolutamente adorabile!
Un piccolo bilocale vicino al centro città, nel quartiere Christianshavn, intimo, colorato e con un'aria vagamente bohemien. Ho amato subito il pavimento in legno chiaro non trattato, ideale per camminare a piedi nudi, poi l'accostamento di colori delle pareti e le lampade disseminate nei vari angoli della casa.

Una cosa che mi ha colpito è l'attenzione che viene data all'illuminazione, a Copenaghen amano le luci soffuse e anche nel mio appartamento le lampade erano posizionate in modo da poter creare un'atmosfera intima e  rilassata, "hygge" come dicono loro. Si cena rigorosamente a lume di candela e anche i numerosi bar della città utilizzano le candele come illuminazione.
In genere si pensa allo stile nordico come a qualcosa di freddo e rigoroso (il freddo c'è effettivamente ma rimane fuori insieme al vento incessante, per fortuna), ma io sono stata piacevolmente smentita dal calore che si respira all'interno delle case e nei deliziosi locali della città. Anche nei piccoli negozi, spesso situati nei seminterrati, si ha l'impressione di entrare in una casa privata piuttosto che in un ambiente commerciale.
Io che amo il relax e le piacevoli pause durante la giornata ho trovato qui il mio luogo ideale.



giovedì 26 settembre 2013

Nuovi tappeti crochet nella mia casa


Questa settimana su Prèmiaty.it parlo di tappeti fatti a mano, quello che ho appena finito è fatto all'uncinetto con una fettuccia di cotone che avevo messo da parte questa estate.
Qui trovate l'articolo completo: http://www.premiaty.it/casa/tappeti-crochet



venerdì 20 settembre 2013

Loren tour: la stanza di un artista avant-pop

Da oggi inizia il mio tour all'interno di quelle case e di quei luoghi, sia privati che pubblici, che hanno qualcosa in più. Alla ricerca ambienti, ordinari o straordinari, che colpiscono, può essere per la loro storia, per la cura dei dettagli o per la personalità che traspare dagli oggetti esposti.
Fin da piccola mi piaceva sbirciare dietro le finestre illuminate, rimanere stupita da particolari insoliti che spuntavano dalle case, restare a guardare un enorme lampadario pieno di gocce oppure essere divertita dalla vista di soprammobili  kitsch.  Con quello stesso stupore mi piace ancora andare in giro e osservare quello che mi sta intorno, con lo stesso entusiasmo ho deciso di condividere questa mia abitudine con chi, come me, ha la passione per il design e la creatività. Questa volta non mi limiterò a guardare da fuori, voglio entrare e farmi raccontare le storie e le scelte di stile che stanno dietro e dentro a particolari ambienti.
Le case che vedo sulle riviste mi lasciano sempre a bocca aperta, ma nei luoghi che incontro tutti i giorni c'è la mia vera ispirazione, così ho deciso di entrare e fotografare quello che mi piace anche nella sua imperfezione.
























Il primo luogo in cui mi sono addentrata non è una casa ma è una singola stanza. Quella che è stata la cameretta da ragazzo ora racchiude il mondo visionario di Luca, mio carissimo amico e artista emergente. Entrare nella sua stanza è entrare nel suo mondo, la sua arte è definita avant-pop, è fatta di immagini forti che colpisco al primo impatto. Lui è appassionato di cinema, amante del vintage e soprattutto degli anni '70. Ha allenato il suo senso estetico sfogliando quintali di riviste patinate e divorando DVD. I suoi miti sono le dive anni 50 e grandi registi come Fellini e Lynch.

Perché amo così tanto questa stanza? Perché lui è riuscito a mettere insieme tutti questi oggetti da mercatino delle pulci e a creare un ambiente davvero originale. Amo i colori forti, le locandine dei film, le innumerevoli lampade e i telefoni vintage. Perché con il suo gusto estetico riesce a farmi amare anche la plastica e perché qui ho passato ore liete a parlare delle nostre passioni senza prenderci troppo sul serio.

L'oggetto che mi colpisce di più? Senza dubbio la coperta crochet. Appena l'ho vista me ne sono innamorata, Luca mi ha raccontato che è uno degli ultimi ritrovi della sua cantina, fatta a mano tanti anni fa dalla sua nonna, sicuramente un oggetto che ha un valore in più.


























Per finire vi lascio uno dei pochi elementi che ci riporta nel 2013, il suo Mac, ovvero l'angolo in cui Luca lavora componendo le sue immagini. Ecco anche uno dei suoi collage della collezione Psycho Diva. Per seguire Luca potete andare sul suo sito www.lucamainini.com oppure su tumblr per vedere tutte le sue gif animate lucamaininipsychodiva.tumblr.com



venerdì 6 settembre 2013

La mia intervista su Ecologia e design, si parla di autoproduzione e nuovi stili di vita

Mi capita spesso di avere difficoltà nel darmi una definizione e spiegare cosa faccio nella vita. Sono partita come grafica pubblicitaria, poi ho cambiato totalmente strada e sono andata a lavorare da un antiquario, dopo questo approccio alla manualità ho proseguito il percorso recuperando mobili e vecchie sedie. Dal recupero creativo sono passata all'autoproduzione di oggetti per l'arredamento fatti a mano con materiali di recupero. Nel frattempo ho trovato un nuovo lavoro part-time come illustratrice e ora disegno linee di oggettistica per la casa. Oltre ad avere il mio blog, un negozio online e scrivere una rubrica di arredamento sul portale prèmiaty.it



Qualche mese fa poi ho conosciuto Daniela, autrice del blog ECOLOGIAeDESIGN, ci siamo subito trovate in sintonia e abbiamo scoperto la passione in comune per uno stile di vita ecosostenibile e l'autoproduzione. Dalla nostra telefonata è nata questa intervista dove lei ha raccontato il mio percorso con il tono informale di una chiacchierata tra amiche.
Unico punto di disaccordo è stato l'utilizzo di tessuti Ikea nei miei primi lavori, lei assolutamente contro, io che da Ikea traggo ispirazione ma poi cerco costruire con le miei mani gli oggetti che entrano nella mia casa.
A voi l'intervista: http://ecologiaedesign.com

mercoledì 14 agosto 2013

Tutorial: centrotavola con conchiglie

Un tutorial semplice semplice per decorare la tavola nelle sere d'estate, bastano delle conchiglie e qualche candela per ricreare in casa l'atmosfera del mare.


Su Prèmiaty potete trovare l'articolo completo, ecco il link www.premiaty.it/casa/decorare


Occorrente:
- conchiglie di varie forme e dimensioni
- un piccolo sottovaso di terracotta
- candele assortite bianche e azzurre
- pennello
- colore acrilico bianco

Procedimento:
Per realizzare questo centrotavola dovrete partire dalla base, io ho trovato un piccolo sottovaso in terracotta dalla forma rettangolare, ma è possibile usarne anche uno di forma rotonda, in questo caso le candele saranno da posizionare al centro.
Come prima cosa pitturate il sottovaso con un paio di mani di pittura acrilica bianca, vanno benissimo i classici tubetti che si trovano in qualsiasi negozio di bricolage o belle arti, se volete un risultato più duraturo date prima una mano di fondo universale.
Una volta asciutto (circa un paio d'ore), posizionate le candele come preferite, alternando alcune candele azzurre e alcune bianche. Con le conchiglie più piccole create un fondo e disponetele intorno alle candele riempendo tutta la base.
Infine fate un secondo strato con le conchiglie più grandi, scegliete quelle più belle e con forme diverse tra loro, create la vostra composizione liberamente e date sfogo alla vostra creatività.

mercoledì 7 agosto 2013

Pet Lamp. Il recupero della plastica diventa design

Adoro queste lampade fatte con bottiglie di plastica riciclate. La storia di questo progetto è un insieme di creatività e amore per l'ambiente, ricordo di averle viste al Fuori Salone 2013 e mi hanno colpito subito, sono bellissimi i colori, gli intrecci e l'artigianalità che traspare da questi paralumi.
Su questo argomento trovate l'articolo completo sul portale Prèmiaty.it
http://www.premiaty.it/casa/design-che-salva-lambiente/




























Origine foto: http://weezbo.com/colorful-lamps-made-from-plastic-bottles.html